Skip to content

Adozioni a distanza in Thailandia

2 dicembre 2009

La Thailandia è conosciuta per le spiagge paradisiache di Phuket e Phi Phi Island, per gli scintillanti templi buddhisti della capitale e per il turismo sessuale, ma pochi conoscono le condizioni di povertà e indigenza in cui vive il nord della Thailandia.

Le popolazioni dei monti vivono in villaggi fatti di paglia e fango con collegamenti pressoché inesistenti con le città più vicine. Le strade sterrate e dissestate sono difficilmente percorribili e diventano veri e propri fiumi di fango durante il periodo delle piogge, impedendo qualsiasi contatto con il mondo civilizzato per procurarsi cibo, lavoro e istruzione per i propri figli.

Gli abitanti che non sono in grado di autosostenersi, poiché incapaci di sfruttare l’impervio territorio per le coltivazioni e incapaci di trovarsi un lavoro poiché analfabeti, spesso trovano l’unica fonte di sostentamento spedendo le proprie figlie poco più che bambine, le più belle di tutta la Thailandia, a prostituirsi nella capitale.

Trenta anni fa arrivò in Thailandia Padre Sandro Bordignon, missionario del PIME, che prese a cuore la condizione di queste popolazioni sfortunate e totalmente abbandonate dal governo e le aiutò, ridando loro dignità.

A Lampang, una delle più grandi città del nord della Thailandia, Padre Sandro fece costruire una grande struttura per ospitare bambini e ragazzi nel periodo scolastico per permettere loro un’istruzione altrimenti negata, rimanendo isolati nei loro villaggi per mesi interi.

A Ngao e Chae Hom, nacquero due scuole agrarie per insegnare alle popolazioni le tecniche e i metodi di coltivazione per permettere anche a chi rimaneva isolato nel proprio villaggio di provvedere al proprio sostentamento. Le popolazioni impararono così a costruire i terrazzamenti, per sfruttare il terreno impervio delle montagne ed evitare che il raccolto venisse dilavato dalle abbondanti piogge.

Padre Sandro non c’è più, morì in un brutto incidente stradale in Thailandia il 1° giugno 2004, ma la missione continua nelle mani di Padre Pier Luigi Siviero e con il contributo delle adozioni a distanza di chi ogni anno si prende a cuore l’istruzione di un bambino dei monti.

Io ho avuto la fortuna di visitare questa terra meravigliosa, i villaggi del nord, le missioni, le scuole e conoscere questi bambini che ti rubano il cuore.

Se siete interessati ad una adozione a distanza di un bambino in Thailandia potete contattare l’ufficio adozioni della sede di Milano del PIME, specificando la missione di Lampang di Padre Pier Luigi Siviero. Questi tutti i riferimenti:

Centro Missionario PIME
Ufficio Aiuto Missioni

via Mosè Bianchi, 94
20149 Milano
adozioni@pimemilano.com
www.pimemilano.com

Numeri telefonici adozioni:
Fabrizio Carabelli :  02 43822367 
Monica Guglielmi :  02 43822536
Adriano Pastori:  02 43822322

Apertura al pubblico:
Lun/Ven: 9.00/19.00 (orario continuato)
Sab: 9.00/12.30
Dom: chiuso
(orari validi fino al 23 dicembre)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...